LA MAGIA DEL MARE

CORSO ECODIVER MAC - CLUB PORCO SUB DI SAN BENEDETTO PO

 

Che il mare fosse un luogo magico già si sapeva, un luogo che ti permette di volare anche senza ali, che ti permette di immergerti nei tuoi pensieri e di osservare le sue meraviglie.
Una certa magia il mare riesce a trasmetterla anche nel mondo terrestre unendo persone con la stessa passione, permettendo di creare nuove amicizie e sinergie semplicemente parlando di lui e dei suoi segreti.

Abbiamo dunque voluto dedicare un weekend in suo onore, per imparare a conoscerlo e rispettarlo.
Il 14 aprile 2013 presso la sede del Club Porco Sub di San Benedetto Po si è svolta la prima parte del corso Ecodiver Mac, tenuta dal Trainer Reef Check Italia Chiara Luciani del Biodivers Elba Sea  Academy. 
Ore 8.30 appuntamento in sede, presentazioni tra trainer e corsisti, aspettando qualche ritardatario sistemiamo il proiettore. Le sedie sistemate tutte rigorosamente in prima fila per tenere i partecipanti sotto controllo e si inizia. Consegno i kit e ci tuffiamo virtualmente nel mare, tra una slide e l’altra dalla superficie alla profondità. Parlavo del  mare e loro chiedevano del mare…curiosi e attenti. Abbiamo dedicato la prima parte della giornata alla biologia marina, alle specie target del protocollo MAC descrivendo una ad una le caratteristiche e la loro importanza. Ore 13.00 pausa pranzo, in agriturismo, per assaggiare i piatti tipici del posto. Un buon caffè e alle ore 14.30 di nuovo in aula. La seconda parte della giornata riguardava la parte più tecnica del corso: metodi di visual census, esempi dei risultati ottenuti, inserimento dei dati che verranno raccolti durante le immersioni di corso, proiezione di filmati.
Ore 17.00 chiusura della prima parte del corso. Un’intensa giornata a parlare di mare, con tanta voglia di tuffarsi  e dunque via, in acqua, a mettere in pratica un’intensa giornata di teoria! Per motivi meteo e logistici abbiamo dovuto rimandare le immersioni che finalmente siamo riusciti a svolgere il 2 giugno.
Il 2 giugno a Levanto presso il diving Punta Mesco di Dario Ferrari, a cui va un ringraziamento speciale per aver accolto 10 ragazzi alla scoperta del mare, si è svolta la seconda parte del corso Ecodiver: la parte pratica. Appuntamento al diving alle 8.30, assembliamo l’attrezzatura, prepariamo le lavagnette del visual census, qualcuno, di nascosto, cerca di ripassare gli appunti per l’esame finale. Altri cercano di corrompermi portandomi del caffè:inutili tentativi!!! Briefing dello staff del diving poi il mio e si parte per la prima immersione. Lavagnette alla mano, occhi curiosi per identificare  specie animali e vegetali oggetto del nostro monitoraggio. Dopo l’immersione si torna al diving, cambio bombole per la seconda immersione debriefing, qualcuno più diligente subito ha riportato i dati della prima immersione su una fotocopia della lavagnetta, per evitare di dimenticarli o che andassero persi. Si parte per la seconda immersione, la visibilità non è delle migliori ma comunque riusciamo a portare a termine il secondo tuffo di monitoraggio.
Di nuovo al diving, ci rilassiamo un po’, il tempo di mangiare qualcosa e infine il tanto temuto esame. Ancora non sono riuscita a capire se qualcuno sia riuscito a copiare con i bigliettini nascosti o meno, in ogni caso sono stati tutti bravissimi!!! Promossi come Ecodiver, promossi come subacquei a difesa del mare.
Di ritorno a casa, verso l’Isola d’Elba, ero felice di aver  trasmesso agli altri la mia passione e di aver formato non solo 9 Ecodiver ma anche di aver trovato nuovi compagni con cui condividere e vivere…la magia del mare!

 


di Chiara Luciani - Trainer Reef Check Italia onlus/Biodivers Elba Sea  Academy.

Scrivi commento

Commenti: 0